Black Friday 2022: le date e i consigli per il tuo ecommerce

Black Friday 2022 - Le date e i migliori consigli per il tuo ecommerce e le vendite online

Black Friday 2022: le date e i consigli per il tuo ecommerce

Novembre è alle porte, e con lui il Black Friday 2022, ciò significa che sta per avvicinarsi il periodo tanto atteso dagli amanti dello shopping e delle offerte imperdibili, ma non solo. Si tratta notoriamente di un periodo florido e redditizio anche per le vendite, soprattutto online.

Perché? Parliamo un attimo di numeri. Secondo un’analisi di Statista, ben il 58% dei consumatori ha affermato di attendere il Black Friday per acquistare online i prodotti desiderati ad un prezzo speciale (basti pensare che lo scorso anno la percentuale di questa analisi era di poco superiore al 40%).

Ma non è tutto: sempre secondo Statista, circa il 39% dei consumatori afferma che sfrutterà il giorno (e il periodo) del ”venerdì nero” per iniziare ad acquistare i primi regali di Natale.

 

Quando sarà il Black Friday 2022?

Venerdì 25 novembre 2022 è il “giorno X”, ovvero il giorno del Black Friday 2022, uno dei più grandi giorni di shopping dell’anno che, comunemente, segna anche l’inizio dello shopping natalizio. Il Black Friday fa parte della Black Week, o anche conosciuta come Cyber Week. La ”settimana nera” generalmente inizia il venerdì prima del Black Friday (a partire quindi dal 18 novembre) e si estende al Cyber ​​Monday, che cadrà lunedì 28 novembre di quest’anno. Molti negozi fisici e online offriranno sconti per tutta la settimana precedente al 25 novembre, durante l’intero weekend del Black Friday (sabato 26 novembre, domenica 27 novembre) e il Cyber Monday (lunedì 28 novembre), la giornata che conclude il weekend di shopping più popolare dell’anno.

 

Come nasce il Black Friday?

Come spesso accade, eventi del genere hanno matrice americana. Letteralmente significa “venerdì nero” che, negli USA, rappresenta il giorno successivo a quello del Ringraziamento. Poiché quest’ultimo si festeggia il quarto giovedì di novembre, molte scuole e aziende, spesso, fanno “ponte” fino a lunedì.

Nel tempo quindi, il “venerdì nero” ha assunto i connotati di ricorrenza commerciale (non è una festività ufficiale) sfruttata dalle aziende per proporre offerte particolari. Naturalmente questo giorno viene anche utilizzato per promuovere sconti offline e quindi ti capiterà di leggere del Black Friday anche nelle vetrine dei negozi fisici.

Origine americana, ma il Black Friday è diventato una tradizione oramai popolarissima anche in Italia, nel nostro mercato. Infatti, sempre secondo uno studio di statista.com, il 70% degli italiani considera il Black Friday come un’eccellente occasione per acquistare i regali di Natale, una percentuale quindi ben al di sopra del dato medio precedentemente menzionato.

Capirai da subito che si tratta di un’occasione che va assolutamente sfruttata. Di seguito, un grafico di Google Trends che mostra i picchi di interesse degli ultimi 5 anni per la ricerca della parola “Black Friday” in Italia.

 

Quanto dura il Black Friday 2022?

Il Black Friday 2022 in teoria durerebbe un giorno, ovvero venerdì 25 novembre, tuttavia la ricorrenza è diventata così importante da essere sfruttata per più tempo. Molti negozi fisici e/o ecommerce parlano di “Black Weekend” che scatta alla mezzanotte di giovedì 25 e si conclude con lunedì 28, in occasione del Cyber Monday 2022.

In passato però, abbiamo assistito anche ad eventi durati tutto il mese di novembre.

 

Cos’è il Cyber Monday 2022? Qual è la data?

Il Cyber Monday, invece, nasce come evento conclusivo per proporre soprattutto scontistica sui prodotti hi-tech e combacia con il lunedì successivo al Black Friday. Quest’anno cadrà Lunedì 28 novembre e rappresenta l’ultimo appuntamento imperdibile per risparmiare prima del periodo natalizio, approfittando quindi di offerte molto convenienti.

Circa il 60% dei consumatori attende con ansia queste date per acquistare i prodotti che desiderano a prezzi vantaggiosi o, come abbiamo già detto, per anticipare i regali di Natale. La concorrenza è altissima e farsi trovare impreparati sarebbe un grande errore.

 

L’importanza del Black Friday e l’impatto sulle vendite degli ecommerce: un po’ di dati

Il periodo che intercorre tra Black Friday e Cyber Monday è molto importante per chi gestisce un ecommerce: basti pensare che proprio in questo lasso di tempo possono avvenire il 15-20% delle vendite totali annuali di un negozio online.

In più, dati alla mano, nel 2021 lo shopping online durante il Black Friday ha visto un incremento superiore al 20% rispetto all’anno precedente. Nel 2021, il 25 novembre (il giorno precedente al Black Friday) e lo stesso Black Friday, hanno generato in media il 18% del traffico totale dell’intero mese. In linea più generale, il traffico online è aumentato del 5% dall’inizio della settimana fino al Black Friday.

Ancora Sempre per citare altri dati, potremmo ricordare che nel 2018 il Cyber Monday fu il giorno con le maggiori vendite nella storia di Amazon, record poi battutto nell’estate successiva durante il Prime Day).

Non è tutto qui: il Black Friday risulta il giorno con il tasso di conversione più alto dell’anno (media di 4,5%, a fronte di una media annua per gli e-commerce inferiore al 2%). Inoltre, è stato stimato dall’Istat che 9 italiani su 10 siano a conoscenza del Black Friday e che le spese effettuate in questa giornata superano gli 1,5 miliardi di euro (di cui circa i due terzi attraverso spese online): l’e-commerce raggiunge performance a livello di fatturato mediamente triple rispetto alla media, ma per qualcuno i dati sono ancora addirittura superiori. I più abili, infatti, in questo giorno possono arrivare addirittura ad un fatturato 7 volte sopra la media.

SaleCycle ci viene in soccorso con dei grafici interessanti riguardo il 2021, che evidenziano non solo i trend in costante crescita in termini di volumi di vendite durante il Black Friday e il Cyber Monday, ma anche l’impatto delle vendite sull’intero periodo.

Black Friday 2021 - andamento del traffico online prima, durante e dopo il Black Friday

Black Friday 2021 – andamento del traffico online prima, durante e dopo il Black Friday

 

Black Friday 2021 - andamento delle vendite online prima, durante e dopo il Black Friday

Black Friday 2021 – andamento delle vendite online prima, durante e dopo il Black Friday

 

Black Friday 2021 - traffico all’ora e per dispositivo

Black Friday 2021 – traffico all’ora e per dispositivo

 

Insomma, molti clienti attendono con pazienza il venerdì nero per soddisfare le loro esigenze di acquisto quando sanno di poter trovare il prodotto che desiderano a costo stracciato rispetto al resto dell’anno. Le abitudini di acquisto sono cambiate, proprio per questo motivo è fondamentale prepararsi al meglio e cogliere l’occasione per incrementare le vendite e per promuovere il proprio brand.

 

Come prepararsi al Black Friday e alla Black Week

Trattandosi di due eventi decisivi, bisogna sfruttare queste opportunità preparandosi con una strategia di marketing e di vendita ben definita.


Leggi anche:

Come impostare una strategia di Social Media Marketing in vista del Black Friday


 

Si deve, innanzitutto, scegliere quali sono i clienti da raggiungere, quali canali di comunicazione utilizzare per alimentare il senso di attesa, i prodotti che si desidera spingere e la durata del periodo di offerte.

La lotta all’ultimo sangue con i concorrenti avviene tramite le campagne pubblicitarie che iniziano già dalla seconda metà di Ottobre per i pubblici più freddi, per poi andare a restringersi mano a mano che ci si avvicina alle fatidiche date. È d’obbligo proporre creatività accattivanti e sconti imperdibili, ma anche strutturare ed indirizzare le campagne al pubblico giusto.


Leggi anche:

6 strategie di Email Marketing Automation da applicare per massimizzare i risultati del Black Friday 2022


Tuttavia, la verità è che vince chi, oltre a proporre offerte imperdibili, riesce anche ad offrire un’esperienza di navigazione intuitiva e performante al consumatore. Infatti, diamo per scontato che il tuo ecommerce non abbia problemi di fruibilità o soffra di rallentamenti. In casi come questo le vendite calerebbero drasticamente e non ci sarebbe modo di recuperarle.

Per questo motivo, subito dopo aver visto quando conviene iniziare a comunicare, passeremo in rassegna una rapida “checklist” di cose da fare e di cui accertarsi.

 

Quando iniziare a comunicare gli sconti e le promozioni

Il momento migliore per comunicare gli sconti e le promozioni del Black Friday è, generalmente, l’inizio di Novembre. Come puoi vedere dal seguente grafico di Google Trends, è dopo la prima settimana di Novembre che l’interesse inizia sensibilmente a crescere.

Black Friday 2021 - interesse nel tempo - Google Trends

Black Friday 2021 – interesse nel tempo – Google Trends

 

Che sia tramite social o tramite newsletter, l’importante è coccolare i clienti e fidelizzarli in anticipo, in vista del “periodo nero”.

In realtà, tuttavia, questa linea può essere relativa, in quanto dipende sempre dalla clientela alla quale ci si riferisce e dall’autorevolezza del brand. Ciò che fa la differenza non è quando si comunica, ma come e cosa si comunica. In questo periodo, più che mai, sono importanti i contenuti di qualità, perché l’obiettivo è quello di rendersi il più possibile visibili in rete per non essere soppiantati dai concorrenti.

 

Offri sempre diversi metodi di pagamento: occhio al Buy Now Pay Later!

Per qualche ragione, durante il periodo del Black Friday, alcuni ecommerce limitano il numero di tipologie di pagamento offerte. Probabilmente lo fanno per snellire il processo di evasione degli ordini concentrando tutti i pagamenti in una sola tipologia. Potremmo anche comprenderlo, ma parliamo di una scelta sicuramente dettata dalla difficoltà ad organizzarsi. E si, è una scelta sbagliata perché potresti perdere molti potenziali clienti. Più opzioni di pagamento offri, più è probabile che attiri un pubblico più ampio. Più è facile per le persone pagarti, più è probabile che tu abbia più denaro in arrivo.

Sapevi che il 12% degli acquirenti online ha annullato l’ultimo acquisto perché non è stato possibile pagare nel modo desiderato? Ecco, appunto.

E come abbiamo evidenziato lo scorso anno nei trend che avrebbero caratterizzato il commercio online nel 2022, c’è stata l’esplosione del Buy Now Pay Later. Se non lo hai ancora integrato, questo è assolutamente il momento per correre ai ripari.


Leggi anche:

Buy Now Pay Later: una risorsa per le tue vendite online


 

Stimola l’acquisto introducendo il senso di “scarsità”

Un countdown al termine dell’offerta, quantità limitate di prodotti, promozioni lampo che durano solo alcune ore o minuti: se inseriti all’interno dell’ e-commerce, danno un senso di scarsità del prodotto infondendo una certa fretta all’utente che sarà portato ad un acquisto d’impulso.

Uno dei momenti migliori per stimolare una vendita è quando il cliente ha già in mano la sua carta di credito. Infatti, una volta inserito nel carrello il prodotto che ha scelto, può essere interessante proporgli altri prodotti complementari a quello già scelto (cross-selling), oppure offrirgli un prodotto appartenente alla stessa categoria ma con caratteristiche più avanzate rispetto a quello che sta acquistando e di conseguenza più costoso (up-selling).
Così facendo l’utente potrebbe interessarsi ad altri prodotti e quindi farti ottenere degli ordini più sostanziosi.

 

Sfrutta le Recensioni per aumentare le vendite questo Black Friday

Gli acquirenti online effettuano ricerche prima di effettuare un acquisto, raccogliendo informazioni sul prodotto che desiderano acquistare. Leggere le esperienze degli utenti, le recensioni dei prodotti e le valutazioni fa parte della decisione di acquisto.

L’88% dei consumatori si fida delle recensioni online tanto quanto dei consigli personali. Solo il 12% dei consumatori ignora le recensioni prima di effettuare un acquisto.
L’85% dei consumatori afferma di aver letto fino a 10 recensioni prima di prendere una decisione.
50 o più recensioni per prodotto possono significare un aumento del 4-5% del tasso di conversione.

A tal proposito, per capire come poter mostrare al meglio le recensioni all’interno della tua pagina prodotto, ti consigliamo di approfondire il paragrafo “Prova sociale: l’importanza delle recensioni e delle valutazioni” di questo nostro precedente articolo.

 

Ricorda di essere mobile friendly: ottimizza il tuo ecommerce per i dispositivi mobile

È ormai risaputo che sono sempre di più gli utenti che scelgono di fare acquisti attraverso il proprio cellulare, e i dati degli ultimi anni hanno fatto registrare il sorpasso definitivo del “mobile” nei confronti del “desktop”, confermando il trend dell’ultimo quinquennio che vede sempre più utilizzatori e compratori attraverso lo smartphone. Occorre quindi che il sito sia ottimizzato verso il mobile e permetta una facile operazione di transazione all’utente.

Accertati che ogni singolo elemento del tuo store sia visualizzabile da dispositivi mobili: dalla navigazione tra le schede prodotto alla costruzione del carrello, fino al delicato momento del check out e del pagamento.Una percentuale sempre in crescita degli acquisti effettuati in rete avvengono proprio da mobile e perdersi anche solamente una vendita per intoppi del sistema sarebbe un vero peccato.

Avere un sito ottimizzato, mobile friendly e con un design responsivo, capace di adattarsi in base al dispositivo sul quale viene visualizzato durante il processo di decisione d’acquisto diventa fondamentale. Solo così l’utente che magari prima si informa delle offerte dal pc e poi acquista dallo smartphone, o viceversa, ritroverà un ambiente virtuale familiare e simile a quello visualizzato in precedenza che lo spingerà a concludere la transazione.


Leggi anche:

4 idee per migliorare l’UX mobile del tuo ecommerce


 

Concentrati sull’esperienza del cliente grazie al customer care

Man mano che l’ecommerce cresce, crescono anche le aspettative e le richieste. Per poter avere la crescita necessaria devi offrire ai tuoi clienti la migliore esperienza possibile. Assicurati che il tuo sito sia pronto per tutto. Offrire la migliore esperienza possibile al cliente sarà fondamentale per il tuo rendimento e la tua offerta di e-commerce durante il Black Friday.

Un buon servizio clienti non è più solo una “cosa piacevole”, bensì è essenziale per una buona vendita.

Assicurati che il tuo servizio clienti sia in grado di gestire tutte le domande sui tuoi prodotti o servizi che i tuoi clienti potrebbero avere e, se non l’hai già adottata, considera seriamente di implementare una live chat. Abbiamo affrontato nel dettaglio l’argomento in questo nostro precedente articolo.

 

Coccola i tuoi clienti più fedeli

Soprattutto in un momento che è stato difficile per molti, sorprendere e deliziare i tuoi clienti può fare molto. Che si tratti di portare il tuo servizio clienti a un livello superiore o di creare un programma di fidelizzazione e premi, offrire un’esperienza cliente all’avanguardia consente ai tuoi clienti di sapere che farai sempre il possibile per loro, anche nell’importante periodo del Black Friday.

Dai ricompense impreviste ai clienti può rinnovare il loro interesse, ripristinare la loro fedeltà e aumentare le vendite. Un ottimo modo per sorprendere i tuoi clienti è contattarli personalmente. Questo li farà sentire speciali e apprezzati mostrando loro che sono importanti per te. Inoltre, assicurati di interagire con i clienti sui social media con messaggi diretti personalizzati a coloro che hanno condiviso i tuoi contenuti o hanno apprezzato i tuoi post.

Questa capacità di raggiungere i clienti a livello personale può anche darti un vantaggio competitivo contro i rivenditori cosìddetti “big-box”. Insomma, non siamo tutti “colossi”, più è concentrata la tua clientela più potrebbe essere semplice per te stabilire dei contatti personali e personalizzati.

 

Non commettere errori semplici, soddisfa sempre le aspettative dei clienti

È importante disporre di un modo semplice per consegnare e restituire i pacchi. Se non è abbastanza semplice, probabilmente non si tradurrà in un acquisto in primo luogo. Sappiamo tutti che in questo periodo caldo i corrieri possono incontrare dei ritardi su strada e, di conseguenza, nelle consegne. Se è vero che alcuni clienti potrebbero comprendere la situazione, è pur vero che tanti altri clienti si aspetteranno da te uno standard elevato. Cosa puoi fare allora? Parla subito con il corriere di tua fiducia, accertati che possa garantirti lo stesso standard qualitativo e, se non può, prevedi la possibilità di usufruire di servizi di “consegna garantita” che è vero, in genere costano un po’ in più, ma ti “salveranno la faccia” in alcuni casi, soprattutto quando il destinatario si trova in una zona comunemente definitia “remota” (o comunque non centralissima).

Inoltre, ricorda di comunicare nel miglior modo possibile le tue politiche di spedizione e reso. Probabilmente saranno già ben esplicitate ma tu riguarda per sicurezza e se ritieni di poterle rendere ancora più chiare, allora fallo. Durante i saldi del Black Friday, è importante essere onesti con i clienti quando si tratta delle consegne dei prodotti che hanno ordinato. Sii chiaro e comunica ai tuoi clienti le tariffe e le modalità di spedizione. Fornisci una chiara politica di spedizione che garantisca al tuo cliente di sapere quanto può essere lungo il tempo di consegna nelle circostanze attuali.


Leggi anche:

3 errori classici (ma non scontati) da evitare con il proprio ecommerce


Se oltre al tuo ecommerce disponi anche di un negozio fisico, allora ti consigliamo di sfruttare molto il “click & collect”, ovvero il clicca e ritira in negozio. Questa tendenza è cresciuta molto negli ultimi anni ed è un’opzione perfetta per i rivenditori che hanno sia un negozio fisico che un negozio online. I clienti possono effettuare facilmente i propri ordini online, per poi poter ritirare il pacco presso il punto vendita anche pochissime ore dopo.

 

Non dimenticare il Cyber Monday!

Un’analisi effettuata da Idealo sulle intenzioni di acquisto da parte dei consumatori ha rilevato che l’ultimo Black Friday ha portato un incremento del 25% rispetto all’anno precedente, mentre tale aumento raggiunge il 40% per quanto riguarda il Cyber Monday. Le intenzioni di acquisto, confrontando i dati rispetto alla settimana precedente, arrivano a segnalare un +173% tra Black Friday e il venerdì precedente, mentre l’incremento è del +3% mettendo a confronto il Cyber Monday con il lunedì precedente. Quest’ultimo è un segnale di come l’idea della “Black Week” sia sempre più utilizzata da venditori e da acquirenti per cogliere le migliori occasioni.

 

Vantaggi e svantaggi del Black Friday

I vantaggi della partecipazione al Black Friday sono sicuramente molteplici e vogliamo affrontarli punti per punto. In particolare segnaliamo:

Aumento delle vendite

Come abbiamo detto, le promozioni limitate, i countdown, gli effetti sorpresa, non fanno altro che alimentare quel senso di urgenza che stimola nel cliente acquisti impulsivi. La scarsità del prodotto è uno strumento fondamentale per persuadere i clienti ad acquistare: perciò, è bene fare leva sulla questione e giocare con cross-selling e up-selling. È statisticamente provato che il numero di nuovi ordini e di prodotti venduti salirà alle stelle.

Proprio per questo motivo è obbligatorio pianificare in anticipo l’inventario dei prodotti che desiderate promuovere, soprattutto se vendete in dropshipping, per non rischiare sold out precoci.

Aumento delle visite al sito

In periodi come il Black Friday si registrano picchi di traffico. La maggior parte dei consumatori naviga su internet alla ricerca dell’affare ed è proprio questo momento che potresti sfruttare per aumentare la brand awareness o per ottenere lead che potrai sfruttare in seguito.

Fidelizzare nuovi clienti

Non perdere l’occasione di trasformare le vendite promozionali in clienti fidelizzati. Cura l’email marketing, offri offerte esclusive per gli iscritti alla newsletter ed invia sempre un messaggio di ringraziamento al concludersi di un ordine.

Il magazzino si svuota

Il Black Friday, a meno che non si venda in dropshipping, aiuta a svoutare il magazzino. Il che è positivo se si pensa che il periodo di Natale è sempre più imminente e si ha sicuramente bisogno di più spazio per prodotti nuovi.

Saldi prima di Natale

Dilazionare le vendite “natalizie” permette non solo di evitare di congestionare le spedizioni nel periodo di Natale, ma anche di offrire ai clienti un maggiore stock di prodotti, quindi maggiore scelta per provvedere ai regali nel migliore dei modi.

Tuttavia, non tutti i negozionti ed ecommerce scelgono di partecipare al Black Friday perché, in alcuni limitati casi, i contro possono superare i pro. È bene quindi menzionarli per consentirti di fare al meglio le tue valutazioni.

Il margine di guadagno è in genere più basso

Seppure il margine di profitto durante il Black Friday possa essere più basso per i rivenditori, il fatturato resta alto. In genere, sono principalmente le grandi aziende a beneficiare del Black Friday, spesso a danno dei piccoli rivenditori. Infatti, competere contro grandi aziende e multinazionali può rappresentare uno grande sforzo economico per le piccole imprese, e potrebbe condurre ad una perdita.

Spedizioni più lente

Con un volume di ordini superiore alla media inevitabilmente le spedizioni saranno più lente. Se la situazione non viene ben gestita potrebbe essere vista negativamente dai tuoi clienti, che potrebbero scegliere di non acquistare più sul tuo sito in futuro.

Alto volume di resi

Spesso i clienti, presi dalla corsa al risparmio, acquistano compulsivamente e solo dopo si rendono conto di voler rendere i prodotti. La consapevolezza di poter rendere, infatti, se da un lato aumenta esponenzialmente le vendite, in periodi promozionali potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio che provoca seri danni alle aziende, ma anche all’ambiente.

Boom di vendite e poi calo

L’errore più grande che si possa compiere è quello di aumentare i prezzi prima e dopo il Black Friday. Prima, per far credere che gli sconti siano più alti, dopo, per “recuperare” il fatturato perso. Questo approccio danneggia il business e brucia una grande percentuale di acquirenti. Ricorda che i consumatori sono molto attenti.

 

Conclusioni

Ormai è chiaro, al netto di qualche svantaggio di cui bisogna tener conto, tendenzialmente l’evento del Black Friday può portare con sé elevati benefici per la tua attività online. Non sfruttarlo sarebbe davvero un peccato ma, come ogni cosa, va fatto con attenzione e strategia. Mancano poco più di 20 giorni, non c’è momento migliore di questo per prepararti se non hai già iniziato.

 

 


Leggi anche:

Quando inizia il Black Friday 2022 di Amazon Italia: le date ufficiali


 

 

Autori

  • Giuseppe Pignataro

    Head of content @ Ecommerce HUB


    Giuseppe è responsabile dei contenuti del magazine di Ecommerce HUB. Ricopre il ruolo di social media & project manager a La Gazzetta dello Sport ed è ecommerce manager in Epson. Laurea magistrale in Economia e management, master in digital marketing alla London Business School, si occupa di digital e di commercio elettronico dal 2007. Divora libri compulsivamente ed ha una passione smisurata per Frank Sinatra.

    LinkedIn

  • Martina Italiano

    Content Editor @ Ecommerce HUB


    Martina è content editor del magazine di Ecommerce HUB. Laureata in Lingue all'Università degli Studi di Napoli Federico II, ha un master in E-Commerce Management all'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Si occupa di Digital Marketing e di E-Commerce nel settore farmaceutico. È appassionata di dati e di neurocopywriting. Ama mettere le mani in pasta e cimentarsi in esperienze sempre nuove.

    LinkedIn



0