Ciclo spedizione: 9 errori comuni da evitare per la tua attività online

ecommerce ciclo spedizioni 9 errori comuni da evitare

Ciclo spedizione: 9 errori comuni da evitare per la tua attività online

Gestire un e-commerce non è semplice, ma neanche così complesso. Gli aspetti di cui occuparsi sono molteplici come sappiamo: dal branding, alla strategia di pricing, al marketing fino anche alla gestione del ciclo di spedizione. Aspetto che, vi sembrerà strano, viene considerato secondario da molti imprenditori.

In questo articolo vogliamo porre il focus all’ambito della spedizione ed elencarvi una serie di errori comuni che dovrete assolutamente evitare. I metodi e/o le tariffe di spedizione di un negozio online hanno un impatto significativo sulla riduzione dei tassi di abbandono del carrello e sull’aumento delle vendite aggiuntive. I clienti sono attratti dalle basse tariffe di spedizione, dalle opzioni di spedizione veloce e da un buon imballaggio, così come, ovviamente, sono attratti anche dai prezzi di mercato competitivi dei prodotti.

Gli e-commerce che non hanno ancora padroneggiato le complessità della spedizione non sono in grado di raggiungere il loro pieno potenziale di vendita. Molti nuovi imprenditori sottovalutano grossolanamente l’importanza dei costi di spedizione. Inoltre, questi negozi online rischiano che la loro attività venga interrotta a causa dei costi dovuti a errori di spedizione che intaccano i loro profitti.

Fortunatamente, con un po’ di ricerca e un’attenta pianificazione, la maggior parte di questi errori sono facili da identificare ed evitare. Evitare i 10 errori di spedizione comuni elencati di seguito può aiutare qualsiasi proprietario di un negozio online a diventare un esperto e-retailer.

 

1. Non consentire ai clienti di scegliere un’opzione di spedizione

I clienti amano avere più opzioni di spedizione poiché è probabile che ogni cliente abbia aspettative di consegna diverse. Alcuni potrebbero avere un evento importante, come un anniversario o un compleanno, proprio dietro l’angolo, quindi daranno la priorità alla spedizione veloce per ricevere il regalo ordinato in tempo. Altri potrebbero essere più interessati a risparmiare qualche soldo in più attraverso la spedizione gratuita. Il tuo negozio diventerà automaticamente indesiderabile se non fornisce opzioni di spedizione adeguate per soddisfare i clienti con un orario di arrivo del pacco specifico o una preferenza sui costi di spedizione.

Inoltre, i clienti sono sempre alla ricerca del prodotto più economico e scontato. Fornire ulteriori sconti tramite la spedizione gratuita rappresenta un eccellente incentivo per questi clienti a procedere con il checkout del carrello. Se il tuo negozio ignora completamente la spedizione gratuita, può aumentare significativamente i tassi di abbandono del carrello e nel complesso ridurre le conversioni di vendita.

 

2. Ignorare il feedback dei clienti

I feedback/recensioni dei clienti possono favorire o penalizzare un negozio online. Le recensioni dei consumatori non solo aiutano altri potenziali clienti a valutare le loro aspettative con il tuo e-commerce, ma il loro feedback può anche aiutarti a modificare i metodi e le politiche aziendali per una maggiore efficienza. Ad esempio, se i clienti si lamentano costantemente dei ritardi di consegna, è ora di passare a un corriere di fascia alta o migliore. D’altra parte, se i tuoi pacchi vengono sempre consegnati prima del loro programma di consegna, puoi tranquillamente effettuare il downgrade a un’opzione di spedizione più economica e risparmiare sui costi di spedizione.

 

3. Utilizzo della confezione sbagliata

L’imballaggio è una caratteristica fondamentale dell’intero processo di spedizione, dal confezionamento dei prodotti di consumo in una scatola/sacchetto alla consegna alla porta di casa del cliente. L’imballaggio non serve solo a proteggere il prodotto dai danni durante il trasporto, ma contribuisce anche a costruire la reputazione del marchio. Il tipo di imballaggio utilizzato funge anche da indicatore di quanto ti verrà addebitato dal corriere.

In passato, i servizi di consegna venivano addebitati solo in base al peso del pacco. Tuttavia, i corrieri odierni addebitano in base a qualsiasi descrizione si adatti meglio, in base al peso del pacco o al peso dimensionale (detto anche “volumetrico”) corrispondente. A volte gli imprenditori cercano anche di risparmiare sui costi di spedizione inserendo gli articoli in scatole di dimensioni inadeguate o saltando la protezione come il pluriball. Ciò può causare danni all’oggetto durante il trasporto. Una buona stima è lasciare circa due pollici di spazio per proteggere l’oggetto.

 

4. Stima delle spese di spedizione

A volte i proprietari dei negozi online trascurano il prezzo del peso e imballano gli articoli in qualsiasi scatola sia a portata di mano; anche se è leggermente più grande. Ciò può generare costi di spedizione più alti in quanto è probabile che si infranga il budget di spedizione. Presta quindi molta attenzione ai costi secondari come supplementi carburante, consegna nel fine settimana, consegna in zone non centrali ecc.  Se questi servizi non sono importanti o rilevanti per la base di clienti, non c’è davvero alcun vantaggio nel pagare questi costi di spedizione aggiuntivi.

 

5. Non tenere traccia delle forniture di spedizione

Supponiamo che tu stia gestendo efficacemente l’inventario del negozio, ma se nessuno tiene traccia delle forniture di spedizione, sarà molto difficile spedire gli articoli ai clienti in tempo. Inoltre, tenendo d’occhio le forniture di spedizione, puoi stabilire efficacemente i punti di riordino al momento giusto e assicurarti che le tue scorte non siano mai esaurite.

 

6. Essere impreparati per i cambiamenti nel pacchetto di spedizione

I corrieri apportano modifiche annualmente ai prezzi dei pacchi e alle politiche di spedizione. Il più delle volte, questi cambiamenti si verificano all’inizio dell’anno, ma possono verificarsi anche a metà anno. Quindi è meglio mettersi in contatto frequentemente con il corriere per rimanere aggiornato su eventuali modifiche rilevanti.

 

7. Gestire manualmente il processo di spedizione

Creare etichette di spedizione e allo stesso tempo gestire le richieste di spedizione può essere un lavoro faticoso. Tutto questo stress può essere facilmente evitato automatizzando il processo di spedizione con l’aiuto di un software. Prova a sfruttare appieno il software di spedizione: crea fatture personalizzate e distinte di consegna dei pacchi per conferire alla confezione del prodotto un aspetto più professionale.

 

8. Ignorare la convalida dell’indirizzo del cliente

L’indirizzo registrato dal cliente a volte può essere errato (o non aggiornato) e dovrebbe essere sempre convalidato dal titolare dell’attività. Se questo aspetto viene trascurato, l’articolo potrebbe essere spedito all’indirizzo sbagliato o restituito al magazzino aziendale. Di conseguenza, il cliente sarà scontento e potrà richiedere un rimborso o un nuovo pezzo da inviare tramite spedizione celere. Le aziende pagano pesantemente per questo errore in quanto ciò non solo danneggia l’immagine del marchio, ma l’imprenditore dovrà pagare di tasca propria per la seconda spedizione. Questo errore può essere facilmente evitato, soprattutto se la tua azienda utilizza alcuni importanti software di spedizione poiché dispongono di funzionalità di verifica dell’indirizzo integrate.

 

9. Mancato controllo della spedizione

Molti nuovi imprenditori sono spesso sorpresi nel scoprire che i pacchi vengono consegnati in ritardo a un ritmo molto più elevato di quanto previsto. In tali casi, esiste un meccanismo in atto che garantisce una certa compensazione per i proprietari di attività interessati, ma ancora molti non riescono ad avvalersene. I corrieri non offrono volontariamente un rimborso per le spedizioni in ritardo. Tuttavia, se un imprenditore ha effettuato un controllo adeguato delle spedizioni e presenta una richiesta di rimborso per la consegna in ritardo con la prova, la sua richiesta verrà soddisfatta facilmente. Inoltre, la verifica delle fatture di spedizione e del corriere può aiutare gli imprenditori a verificare la presenza di ricevute duplicate, errori di fatturazione e altri errori di spedizione.

 

Considerazioni finali

Come potrete aver letto, è importante prestare molta attenzione ai dettagli di spedizione ed eviti questi errori comuni. Non sempre si può essere perfetti sin dall’inizio, ce ne rendiamo conto, ma tenere a mente questi errori da non commettere, vi permetterà di seguire con maggiore attenzione tutto il ciclo di spedizione. I benefici sono due: non solo vi è una migliore immagine del vostro e-commerce/brand, ma i vostri clienti saranno soddisfatti e difficilmente vi abbandoneranno.