La rivoluzione del Pinguino, sbarca a Ecommerce HUB con Ivan Cutolo

ivan cutolo

La rivoluzione del Pinguino, sbarca a Ecommerce HUB con Ivan Cutolo

Torna Ivan Cutolo a Ecommerce HUB. Il cuoco più conosciuto dagli specialisti della SEO è stato ospite della passata edizione e tornerà a calcare il palco di Ecommerce HUB 2016. Esperto in particolare in programmazione SEO, Cutolo è autore di una serie online dal titolo #seointhekitchen.

Alla seconda edizione dell’evento, Ivan Cutolo ci parlerà del nuovo algoritmo di Google, Penguin. Il suo intervento si intitola, infatti, Link Building 2017 la rivoluzione del Pinguino. Facciamo una chicchierata con lui.

ivan cutolo

eh!: Anche quest’anno il commercio elettronico cresce e recenti ricerche mostrano che oltre la metà dei cittadini europei ha acquistato almeno una volta online. Quali sono gli elementi su cui puntare per emergere nel mercato online?

Ivan Cutolo: In europa ed in particolar modo in Italia la crescita è davvero alta, possiamo affermare che è uno dei pochi settori in cui si registrano crescite interessanti. Oggi fare ecommerce non è semplice, come non è semplice nessuna attività tradizionale.
Sicuramente i punti fondamentali sono:

  • investimento pubblicitario
  • piattaforma funzionante (può sembrare banale ma spesso la sola fase di checkout è poco funzionale e il possibile cliente scappa)
  • avere un team dietro in grado di essere al passo con i tempi, il web viaggia veloce e dobbiamo essere pronti ad ogni innovazione, oggi il mobile domani https e così via.

eh!: Di cosa parlerai durante il tuo intervento a Ecommerce HUB 2016?

I.C.: Parlerò dell’algoritmo di Google: il Penguin, che ha creato molti problemi a commercianti affermati online, facendoli letteralmente scomparire dalla SERP, creando un crollo dei fatturati con percentuali molto alte, 80% in meno.
L’algoritmo è stato creato da Google per contrastare lo spam che molti “SEO” hanno attuato in passato, ed il motore di ricerca ha provato probabilmente senza grande successo a risolverlo con un algoritmo aggiuntivo.
Porterò un test che abbiamo realizzato e cosa abbiamo ottenuto spiegando le cause che penalizzano i siti e come uscirne durante questo periodo in cui è diventato in real-time.

eh!: Con l’ultimo aggiornamento di Penguin si è assistito a grossi cambiamenti in SERP. Chi non dovrebbe preoccuparsi della nuova versione dell’algoritrmo?

I.C.: Il Penguin real-time sta creando parecchia confusione in SERP con sbalzi in salita e discesa di molte posizioni, ed è proprio in questo periodo che stiamo analizzando i dati di varie SERP notiamo pochissime certezze.

L’algoritmo penalizza principalmente i backlink:

  • di bassa qualità
  • con anchor text esatta
  • eccessivi backlink in entrata

Questi sono i punti principali, ma ne troviamo molti altri. Diciamo che se non hai mai fatto campagne di Link Building probabilmente il Pinguino non verrà a trovarti.

1 Comment
  • Pingback:Ecommerce Hub 2016: siamo tornati! - Digital Life Coach
    Posted at 18:31h, 29 Ottobre Rispondi

    […] parliamo naturalmente di Jacopo “Guedado” Mele, Giovanni Cappellotto, Luca Mastroianni, Ivan Cutolo e Giovanni Maria Riccio. Altri sono volti nuovi: Paolo Zanzottera, board member di @ShinyStat, […]

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0