Iniziare a vendere online: cinque consigli per vendere su Amazon

Vendere su Amazon

Iniziare a vendere online: cinque consigli per vendere su Amazon

Per chi vuole iniziare a vendere online, le opportunità sono tante. Una di queste si chiama marketplace e, per alcune aziende, si rivela, molto spesso, essere la scelta migliore dal punto di vista strategico. Quando si parla di ecommerce, infatti, non possiamo evitare di pensare anche ai marketplace, una strada che sempre più aziende, negli ultimi anni, decidono di intraprendere.

Volendo dare una definizione semplicistica del termine, possiamo dire che i marketplace sono piattaforme ecommerce che ospitano diversi venditori e possono essere orizzontali, quando sono aperti a più categorie di prodotti, oppure verticali, quando pur essendo presenti numerosi venditori, la categoria di prodotto venduto è unica. Il classico esempio di marketplace orizzontale è Amazon, nato nel 1995 come marketplace verticale per la sola vendita di libri, per poi trasformarsi nella piattaforma orizzontale che tutti conosciamo come uno dei più grandi negozi online che ha fatto dell’assortimento di prodotti, del prezzo e dell’esperienza d’acquisto per l’utente i suoi punti di forza.

Solitamente le aziende che iniziano a vendere online si chiedono per quale motivo dovrebbero puntare su Amazon e non su altri marketplace. Oggi proviamo a darvi 5 motivi per vendere su Amazon, cinque aspetti da considerare per chiunque desideri iniziare a vendere online senza investire necessariamente su una piattaforma ecommerce dedicata e, alla fine, alcune cose assolutamente da non fare. Un po’ come dire pro e contro della vendita su Amazon.

Cinque motivi per vendere su Amazon

Chiedersi per quale motivo vendere su Amazon significa cercare di capire preventivamente se conviene o meno iniziare da questo marketplace.

La risposta non è assolutamente scontata e tanti sono i fattori che intervengono nella definizione di una strategia che vede la vendita su Amazon come il primo di una serie di step per chi vuole iniziare a vendere online.

Dalla tipologia di prodotto alla grandezza del mercato al target di riferimento, tutto deve partire da una approfondita analisi dell’azienda. Da questa, spesso emerge che Amazon è un forte supporto, ma altrettante volte risulta non essere compatibile con il business dell’impresa.

Dunque, come capire se vendere su Amazon è la scelta giusta?

Dall’analisi, certo, ma anche dai motivi che speriamo possano indurre ad una riflessione accurata per spingervi o meno verso la vendita sul marketplace. Ecco elencate alcune delle suddette ragioni.

Pochi step per iniziare a vendere

Il primo motivo per il quale un’azienda dovrebbe iniziare a vendere online su Amazon è l’immediatezza. Innanzitutto, si tratta di una piattaforma già esistente, che non richiede sforzi da parte nostra se non quello di caricare i prodotti. Non dobbiamo neanche preoccuparci di avviare attività di marketing perché è Amazon che se ne occupa e noi non possiamo far altro che beneficiarne. Quante volte capita di cercare un prodotto su Google e trovare Amazon tra i primi risultati?

I clienti si fidano di Amazon

Il secondo motivo è la fiducia. Prima abbiamo detto che uno dei punti di forza di Amazon è proprio l’esperienza d’acquisto che riesce costantemente a garantire ai suoi utenti. Ebbene, se un utente vive esperienze positiva, automaticamente si fida di chi gliele ha fornite, in questo caso Amazon. Tutti noi abbiamo acquistato almeno una volta su questo marketplace e ci siamo sentiti protetti e garantiti perché non stavamo acquistando da un venditore qualunque, ma stavamo acquistando da Amazon.

La reputazione del brand, la possibilità di leggere i feedback di altri utenti e l’esperienza di acquisto semplice e veloce ha agito sulla nostra mente di utenti in maniera molto potente, tanto da spingerci a fidarci del marketplace. E se noi, da utenti, ci fidiamo di Amazon, ci fideremo senza alcun dubbio del venditore che decide di aprirvi il suo shop e mettere in vendita i suoi prodotti. Insomma, un’opportunità da non perdere e un beneficio assolutamente da sfruttare.

Su Amazon sai già quali sono i costi

Il terzo motivo è legato ai costi. Vendere su Amazon consente di avere sin dall’inizio un’idea certa dei costi da affrontare. Un imprenditore sa quanto sia difficile pianificare gli investimenti e ottenere stime affidabili. Amazon consente di capire ancor prima di iniziare qual è il budget da affrontare e i costi da sostenere, ci permette di calcolare la sostenibilità del nostro business e, infine, ma non per importanza, si tratta di costi contenuti, assolutamente non paragonabili alle spese necessarie per avviare un e-commerce dedicato con tutto ciò che comporta. Grazie ad una buona strategia, i costi di gestione del nostro negozio su Amazon possono essere ripagati con le vendite fin dal primo mese.

Amazon: un mercato immenso a portata di click

Il quarto motivo è la visibilità. La visibilità garantita da Amazon genera una serie di effetti positivi per il venditore. Con Amazon, infatti, possiamo immediatamente testare le potenzialità dei nostri prodotti, capire se hanno appeal online e se vi è una richiesta, possiamo scoprire prodotti correlati interessanti e capire se abbiamo margine di guadagno. Su Amazon possiamo effettuare una vera e propria analisi di mercato preventiva.

Usare Amazon per vendere all’estero

Il quinto motivo è l’estero. Esatto, abbiamo detto proprio estero. Come non approfittare della possibilità che Amazon offre grazie alle sue piattaforme europee correlate? Se vogliamo fare dei test, possiamo attivarle e, senza doverci preoccupare delle traduzioni, iniziamo a vendere anche in Francia, Spagna, Regno Unito e Germania. Con piccoli accorgimenti, naturalmente, ma non paragonabili ad altre tipologie di investimenti per attività di questo genere.

Questi sono solo 5 motivi pro vendita su Amazon per chi vuole iniziare il percorso di vendita online, ma chiariamo un aspetto importante: vendere su Amazon è una grossa opportunità, ma occorre fare attenzione ad alcune particolari restrizioni e situazioni da evitare.

Cose da non fare per continuare a vendere su Amazon

Amazon è fonte di grandi soddisfazioni, ma è anche un marketplace piuttosto restrittivo. Pertanto, per continuare a vendere senza alcun problema, è opportuno adottare una serie di comportamenti o, per meglio dire, rispettare alcuni divieti categorici:

  1. NON aprire più account Amazon che riconducano allo stesso soggetto;
  2. NON utilizzare immagini che non rispettino le linee guida di Amazon;
  3. NON spedire oltre il termine indicato nelle impostazioni dell’account;
  4. NON rispondere in ritardo agli utenti che richiedono informazioni su un prodotto;
  5. NON annullare molti ordini.

In generale, questi sono gli aspetti principali da tenere nella giusta considerazione, sebbene i temi da affrontare siano decisamente tanti. Per approfondire tecnicamente come vendere su Amazon dall’apertura dell’account ai consigli utili su come implementare una strategia di vendita, vi suggeriamo di leggere un ebook gratuito scritto da Giuseppe Noschese che è un’ottima guida per iniziare vendere su Amazon.

Speriamo di esservi stati utili ad avere una panoramica generale sui pro e contro della vendita su Amazon.

 

Alla prossima! 😉

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.